33° Edizione

33° edizione Festival di Tignano 2022 una kermesse di stelle per l’ambiente e la pace

 

Dal 30 giugno al 22 luglio nove appuntamenti di cultura e spettacolo. Tra gli intellettuali Mauro Scardovelli, Moni Ovadia, Stefano Liberti e Jacopo Fo.

 

BARBERINO TAVARNELLE (Fi) – Dopo due anni di attesa torna a risplendere il palco della piazza del Castello di Tignano con nove serate di cultura e spettacolo (orario d’inizio 21.30) per riflettere e sensibilizzare sui temi dell’ambiente e della pace. La 33esima edizione del Tignano Festival per l’Ambiente e l’Incontro tra i Popoli gode del patrocinio della Regione Toscana e della Città Metropolitana di Firenze ed è organizzata dal Comitato Culturale Tignano in collaborazione con il Comune di Barberino Tavarnelle.

Giovedì 30 giugno apre il Festival l’incontro La rivoluzione dell’amore, per un nuovo Rinascimento. Protagonista lo psicoterapeuta, giurista e musicoterapeuta Mauro Scardovelli che introduce così l’appuntamento: “Una parte sempre più grande dell’umanità si sta risvegliando, cresce in consapevolezza ed eleva la propria coscienza. L’amore e la spiritualità guidano il cambiamento ma il percorso verso un mondo nuovo è appena cominciato”. Ingresso libero.

Venerdì 1 luglio dalle 21:00 saranno le suggestive atmosfere di Tango 1920, omaggio a Osvaldo Pugliese ad animare il castello. Cento anni di storia del Tango rivissuti con coppie di tangueros provenienti da tutta la Toscana per una notte di danza, cuore e passione. Un viaggio di emozioni a partire dall’atmosfera suggestiva della Buenos Aires dei primi del ‘900 che unì e riunì popoli da tutto il mondo in un abbraccio, l’espressione massima del Tango argentino. Ingresso libero.

Martedì 5 luglio sarà la volta del concerto lirico degli Artisti dell’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino.Tre secoli di musica attraverso le composizioni di Giuseppe Verdi, Wolfgang Amadeus Mozart, Giacomo Puccini e altri celebri autori. In programma arie tratte da alcune delle opere più famose, dal Macbeth di Verdi alla Tosca di Puccini. Protagonisti i tenori Joseph Ahdah e Lulama Taifasi,  il basso Amin Ahangaran e Lorenzo Masoni al pianoforte. Ingresso libero.

Giovedì 7 luglio appuntamento con il jazz internazionale dello Spiritual Trio, uno dei progetti più affascinanti di Fabrizio Bosso in cui il trombettista, con l’organista Alberto Marsico e il batterista Alessandro Minetto, rende omaggio alla musica nera declinata nella sua variante Gospel e Spiritual in un sapiente viaggio pieno di scoperte e di emozioni. Ingresso € 20 (acquisti online e sconti sul sito https://www.tignano.it/shop).

Domenica 10 luglio saranno Dario Boldrini (il Giardiniere planetario) eMarco Pardini (il Piantastorie) i protagonisti dell’incontro La meraviglia della natura, dalle narrazioni etnobotaniche al Giardino planetario. Un viaggio, un reading dinamico di racconti ispiranti alla scoperta delle azioni rivoluzionarie e delle rivelazioni della natura. Come possiamo tradurre il linguaggio della natura per riconnetterci alla terra e ai suoi primordiali equilibri? Attraverso quali meraviglie riusciamo a esprimere meglio un’ecologia condivisa e rivoluzionaria?

Dario Boldrini è un architetto del paesaggio eclettico e geniale e dal 2015 conduce servizi per rubriche televisive (Geo su Rai 3) legate alle pratiche dell’orto e dell’agricoltura naturale. È autore de Il Giardino planetario. Marco Pardini è un noto e magistrale divulgatore televisivo di etnobotanica per Noi Tv Lucca ed è naturopata Heilpraktiker. Da più di trent’anni si occupa di medicina naturale. È autore di Erbario poetico e Il Piantastorie. Ingresso libero.

Giovedì 14 luglio il conferimento del Premio Incontro tra i Popoli a Moni Ovadia, considerato uno dei più prestigiosi e popolari uomini di cultura e artisti della scena italiana. È noto per il suo costante impegno etico e civile a sostegno dei diritti e della pace. Modera l’incontro Gloria Germani. Ingresso libero.

Venerdì 15 luglio conferimento del Premio per l’Ambiente a Stefano Liberti. Giornalista, documentarista e regista, pubblica regolarmente inchieste e reportage su media nazionali e internazionali (Internazionale, l’Espresso, Le Monde diplomatique, Al Ja- zeera, El Pais semanal). Tra le sue opere: I signori del cibo; ll grande carrello; Terra bruciata. Come la crisi ambientale sta cambiando l’Italia e la nostra vita. Il suo ultimo film Soyalism è stato selezionato e premiato in festival di tutto il mondo. Modera l’incontro Elisa Poggiali. Ingresso libero.

Giovedì 21 luglio si parla di energie rinnovabili e comunità energetiche con lo scrittore, fumettista, attore ed ecologista Jacopo Fo e l’ambientalista ed esperto Fabio Roggiolani. Fo ha iniziato a occuparsi di ecologia e benessere negli anni ’70 e lavora per far conoscere l’effcienza e la convenienza dei pannelli solari termici e del solare di potenza. Tra i suoi progetti di rilievo la Libera Università di Alcatraz che si occupa di diffondere la cultura della pace, dell’arte e dell’ecologia in vari settori. Roggiolani ha militato nei Verdi ed è stato consigliere in Regione Toscana per due legislature. È stato presidente della Commissione Agricoltura e della Commissione Sanità oltre che organizzatore di eventi nazionali su tematiche ambientali. È tra i fondatori dei progetti Giga e Free e co- fondatore di Ecofuturo. Ingresso libero.

Il Festival chiude i battenti venerdì 22 luglio con il concerto per la pace Ray of light della Banda Sinfonica Heidegalm dal Belgio, diretta dal maestro Kristof Aerts. Ingresso libero.

Informazioni e biglietti: https://www.tignano.it/ – 3388680595