Storia

Era una splendida serata di primavera del 1988 e noi eravamo seduti al centro della piazzetta, finalmente libera dalle auto. I lavori di recupero erano appena stati completati. Mentre ammiravamo l’opera conclusa ci mettemmo a fantasticare su come sfruttare l’enorme potenzialità di questo teatro naturale. Da lì partì l’idea di organizzare concerti. Nel giro di poco tempo convocammo un’assemblea e si costituì il Comitato Culturale Tignano. Poi organizzammo il primo evento musicale in occasione dell’inaugurazione della piazza.

Il Festival di Tignano, nato con l’intento di fare cultura stando insieme, ha subìto nel corso degli anni una trasformazione fisiologica. Alla base abbiamo sempre preteso un certo standard qualitativo per gli eventi, ma era fondamentale anche il nostro divertimento.

La parte operativa è stata rilevata oggi dal Gruppo Giovani del Comitato, che gestisce il Circolo La Capannina di Tignano.

Da qualche anno il Festival ha scelto di offrire anche occasioni di riflessione sulle tematiche ambientali. Infine abbiamo sentito il bisogno di fare qualcosa per l’unione fra i popoli e per la pace nel mondo.

Paolo Gianni, Presidente del Comitato Culturale Tignano